Audi Sport Quattro Concept

Sport Quattro Concept, una coupé super sportiva da 700 CV

Una delle novità più attese fra le “visioni” apparse fra gli stand di Francoforte, un posto speciale va alla Sport quattro Concept: la coupé ibrida Audi che ricalca il concetto visto tre anni fa al motor show parigino e che noi abbiamo guidato in esclusiva in California, a novembre di quell’anno. La sensazione era di trovarsi a bordo di un’auto laboratorio: aveva la strumentazione digitale e i fari led, pannelli in carbonio e un insieme di soluzioni e dettagli che poi sarebbero entrati in produzione sulle Audi di serie. Una sorpresa quindi vederla realizzata, seppure ancora etichettata concept.

L’occasione è il 30° anniversario della Sport quattro originale: la sportiva Audi che negli anni Ottanta duellava contro le mitiche Lancia sui circuiti da rally di tutto il mondo. Così Audi ne presenta al Salone dell’Automobile di Francoforte 2013 la legittima erede, una showcar omonima (Sport quattro Concept) per proseguire l’unione fra la tradizione integrale e il design accattivante; il risultato? Stile da coupé sportiva e trazione ibrida plug-in, con una potenza di sistema di 700 CV e oltre 50 km di autonomia a emissioni zero.

Dal debutto della Audi quattro nel 1980 la casa di Ingolstadt ha prodotto più di cinque milioni di vetture a trazione integrale permanente, merito anche delle vittorie nelle gare che, in quegli anni, hanno contribuito massicciamente a sdoganare il concetto di 4×4 legato alle auto sportive e non più solo alle jeep. Di diritto tra le leggendarie “classiche”, la Sport quattro ha debuttato proprio al Salone di Francoforte del 1983: era un’auto concepita come modello omologato per il Campionato del Mondo di Rally, aveva 306 CV e molte innovazioni tecniche, era la supersportiva per eccellenza. Il passo corto, che aumentava la maneggevolezza, conferiva alla Sport quattro un look inconfondibile.

Questa vettura da gara ha scritto pagine di storia nelle competizioni sportive, portando Walter Röhrl alla netta vittoria della corsa in montagna di Pikes Peak (Colorado, USA) nel 1987. La showcar presentata oggi ne ricalca le orme, e le forme: grazie alla trazione ibrida plug-in e al cambio tiptronic a otto rapporti modificato, ha prestazioni eccellenti e consuma in media solo 2,5 litri di carburante ogni 100 chilometri – con emissioni di CO2 equivalenti a 59 g/km. Il motore a combustione è un 4.0 V8 con sovralimentazione biturbo, eroga 560 CV mentre gli altri 140 si devono all’elettrico, accende il sistema “cylinder on demand” (COD) che ai carichi parziali esclude quattro cilindri, e il sistema Start&Stop per rendere l’unità molto efficiente.